ATS GT, una nuova supercar per il rilancio dello storico marchio




Ultimamente si è assistito alla nascita di numerosi piccoli costruttori, aritigiani, designer, che con spirito imprenditoriale hanno dato vita a piccoli sogni su quattro ruote dal nulla. Tra tutti questi “sognatori”, vi è anche ATS-Automobili, nome non nuovo nel panorama delle vetture artigianali italiane, che torna alla ribalta grazie al coraggio dell’imprenditore Daniele Maritan e del designer Emanuele Bomboi.

Rievocando un modello importante come la ATS 2500 GTS del 1964, il nuovo corso del marchio inizia proprio con una vettura in grado di riproporne le caratteristiche. 

La GT, è infatti una supercar due posti, motore centrale e trazione posteriore, spinta da un V8 3.8 biturbo capace di erogare 650 o 700 cv a scelta, ma già in sviluppo per arrivare a 800, e un peso contenuto in soli 1300 Kg. Numeri che permettono uno scatto da 0 a 100 Km/h in circa 3 secondi e una velocità massima di oltre 320 Km/h.

La linea e gli interni sono contraddistinti da una cura maniacale per il dettaglio. Ai materiali di pregio si abbinano alcune “chicche” come il meccanismo per il cambio a 7 rapporti a vista nell’abitacolo e le finiture in alluminio e carbonio.

Completano l’estetica cerchi da 21″al posteriore e da 20″ all’anteriore, che accolgono dischi carboceramici per l’impianto frenante Brembo.

Soltanto 12 esemplari (come l’antenata GTS) saranno costruiti ad un prezzo che si aggirerà intorno al milione di euro.

Questo slideshow richiede JavaScript.




Antonio Bonacci

La passione per i motori arriva dopo quella per il disegno, ma la surclassa; negli studi opta per Architettura ma impara ad usare programmi per la modellazione 3D che lo portano, unendo le due passioni, a creare concept car; prima su carta e poi al computer. Oltre a gestire la pagina della BNC Design, sempre aperta a consigli sul suo stile, scrive per AIE. Sebbene abbia una ragazza fissa, e questo cozzi decisamente con la rigida linea dello Staff, siamo comunque contenti di avere con noi un così abile collaboratore.