BMW M4 CS, nuova serie esclusiva del reparto Motorsport




BMW ha svelato una nuova versione della M4, denominata CS (ClubSport), che inaugura una nuova serie di vetture ad alte prestazioni che si posizionano sopra le M “base” ma al di sotto di versioni quali la M4 GTS.

Questa CS, rispetto alla M4 standard, propone contenuti rivisti per elevare ancora di più prestazioni e piacere di guida, intervenendo in maniera più o meno importante su tutte le componenti.

Sotto al cofano il 6 cilindri TwinTurbo, aumenta la sua potenza fino a 460 cv( contro i 430 della M4 standard o i 450 del Competition Package) gestiti da un cambio a doppia frizione M a sette rapporti (M DKG) con Drivelogic, per uno “0-100” in 3.9 s e una velocità massima limitata a 280 Km/h.

L’assetto rimane sostanzialmente quello del Competition Package, ma con attacchi delle sospensioni rivisti per pesare meno, e regolabile tramite le tre modalità di guida Comfort, Sport e Sport+, che gestiscono anche risposta motore, differenziale e sterzo per adattarsi allo stile di guida desiderato.

Esternamente, si notano i nuovi particolari come lo spoiler posteriore e anteriore in carbonio, i fari posteriori e i nuovi cerchi in lega ( 19″ anteriori e 20″posteriori”) insime all’estrattore sempre in carbonio ripreso dalla versione GTS.

All’interno, Alcantara, fibra di carbonio e fibre naturali, rivestono l’abitacolo e i sedili M in lega leggera, con le caratteristiche maniglie in stoffa al posto di quelle classiche.

Numerosi gli elementi sostituiti per risparmiare peso, come il cofano motore e il tetto in CFRP ( fibra di carbonio rivestita di materiale plastico) e diversi componenti meccanici realizzati in alluminio.

Il prezzo della BMW M4 CS sarà di 116.900 euro in Germania, mentre per il mercato italiano costerà ben 133.900 Euro ma con contenuti aggiuntivi di serie quali i freni M carboceramici o il BMW Head-Up Display.




Antonio Bonacci

La passione per i motori arriva dopo quella per il disegno, ma la surclassa; negli studi opta per Architettura ma impara ad usare programmi per la modellazione 3D che lo portano, unendo le due passioni, a creare concept car; prima su carta e poi al computer. Oltre a gestire la pagina della BNC Design, sempre aperta a consigli sul suo stile, scrive per AIE. Sebbene abbia una ragazza fissa, e questo cozzi decisamente con la rigida linea dello Staff, siamo comunque contenti di avere con noi un così abile collaboratore.