Dallara Stradale, il sogno dell’ingegner Giampaolo è realtà!




Pensate se il giorno del vostro compleanno vi foste data la possibilità di coronare il sogno della vostra vita, è così che si è probabilmente sentito l’ingegner Giampaolo Dallara, fondatore dell’omonima azienda automobilistica specializzata nello sviluppo di vetture da competizione, quando il giorno del suo 81° compleanno ha presentato al mondo la sua prima vettura stradale dopo più di 40 anni di esperienza consolidati nel motorsport.

La Dallara Stradale, nome minimale così come la vettura, nasce come barchetta due posti priva di sportelli e disegnata dal vento con sfoghi d’aria ampi come sulle vetture Dallara non stradali. Sotto la carrozzeria e sul telaio monoscocca (entrambi in fibra di carbonio) è montato in posizione centrale-posteriore il 2.3 EcoBoost della Ford in grado di produrre 400 CV e 500 Nm di coppia, tutto ciò su un’auto che pesa 855 kg e alta poco più di 1 metro permette di raggiungere i 100 km/h da fermi in 3,2 secondi sino ad arrivare a 280 km/h.

Di serie è abbinata ad un cambio manuale a 6 marce, ma a richiesta è possibile un robotizzato con palette al volante che consente di scegliere due modalità di guida tra Normal e Sport. Se pensate che girare per le strade di tutti i giorni su una macchina priva di parabrezza non fa per voi, la Dallara trasformerà la vostra Stradale in una targa che può a sua volta diventare coupé tramite un T-Frame su cui possono essere fissate due “portiere” (il virgolettato è d’obbligo, n.d.r.) ad ali di gabbiano.

Questo slideshow richiede JavaScript.




Angelo La Cognata

Co-fondatore della LACO Design assieme al fratello, ha uno spiccato senso dell'umorismo. Ha tre passioni: le auto, la scrittura e... le ragazze. Procede bene su tutti e tre i fronti, o almeno così ci fa sapere; valuteremo meglio circa l'ultimo aspetto.