Renault Megane R.S., la berlina Francese secondo Renault Sport




Renault ha tolto i veli alla Megane R.S., versione sportiva della due volumi Francese, diventata una icona per il marchio e un punto di riferimento tra le “hot-Hatch”.

Novità importanti già dal propulsore, la nuova Megane è infatti spinta da un 1.8 sovralimentato, parente stretto di quello montato sulla Alpine A110,  capace di erogare 280 cv e 390 Nm di coppia, da abbinare ad una trasmissione a scelta tra manuale a 6 rapporti e trasmissione EDC a doppia frizione sempre a  6 rapporti e con comandi al volante.

La nuova R.S., attinge a piene mani dall’esperienza del reparto motorsport, da cui deriva il nuovo  Avantreno ad Asse Indipendente ,  che aumenta la precisione del veicolo, e il nuovo differenziale Torsen a scorrimento limitato per una migliore trazione.

A ciò si aggiunge il sistema 4CONTROL a quattro ruote sterzanti, una prima mondiale nel segmento, che migliora sensibilmente il comportamento e l’agilità nelle curve strette, mentre come nelle altre Megane della gamma è presente il sistema MULTI-SENSE per un’esperienza di guida personalizzata grazie alle sue cinque modalità: Comfort, Normal, Sport, Race o Perso.

Esternamente, le modifiche necessarie a migliorare il comportamento dinamico della vettura, come le carreggiate allargate, e i cerchi da 18 e 19 pollici, rendono ancora più muscolosa la già scolpita linea della Megane, dandole ancora più grinta, accentuata anche dai nuovi paraurti con prese d’aria maggiorate e griglie e nido d’ape e il posteriore con estrattore ispirato alle competizioni che ingloba il terminale di scarico di forma trapezoidale.

Completano l’estetica, il nuovo sistema di illuminazione, con faretti dalla forma che richiama il logo Renault Sport, le lame sotto minigonna, e gli sfoghi d’aria dietro i passaruota anteriori.

La R.S. sarà disponibile per la prenotazione da Dicembre 2017, mentre per l’anno successivo, è in programma una versione Trophy, con 300 cv e assetto specifico.

Questo slideshow richiede JavaScript.




Antonio Bonacci

La passione per i motori arriva dopo quella per il disegno, ma la surclassa; negli studi opta per Architettura ma impara ad usare programmi per la modellazione 3D che lo portano, unendo le due passioni, a creare concept car; prima su carta e poi al computer. Oltre a gestire la pagina della BNC Design, sempre aperta a consigli sul suo stile, scrive per AIE. Sebbene abbia una ragazza fissa, e questo cozzi decisamente con la rigida linea dello Staff, siamo comunque contenti di avere con noi un così abile collaboratore.