Segmenti e Categorie di Auto [LEZIONE #1]




Auto Italia Evolution inaugura questo corso elementare per approcciarsi al mondo dell’automobile. Le lezioni di AIE nascono per venire incontro a molti che analizzano l’auto a colpi di pregiudizi o semplicemente a chi ha scelto di avvicinarsi proprio ora a questa bellissimo universo. Ogni settimana proporremo un diverso approfondimento creando così un percorso completo e lineare per una conoscenza basilare dell’autoveicolo. Questa prima lezione sarà dedicata al metodo di classificazione dei veicoli (dal punto di vista europeo), mettetevi comodi e immergetevi in questo semplice corso!

Inizieremo questa classificazione delle vetture partendo dall’analisi dei Segmenti per poi passare a studiare le Tipologie di Carrozzerie degli autoveicoli. Possiamo generalmente dividere l’intero panorama automobilistico in 6 segmenti che indicano una “classe” di appartenenza della vettura a seconda della dimensione che presenta. I segmenti sono denominati con delle lettere dell’alfabeto: avremo il segmento A, B, C, D, E ed infine F. Eccoli qui di seguito:

Segmento A

Le auto che appartengono a questo gruppo sono le più piccole sul mercato e vengono anche dette Citycar. Le dimensioni molto compatte permettono a queste vetture di muoversi agilmente in città in modo da parcheggiare e districarsi facilmente nel traffico. Per dare delle misure indicative diremo che vanno dai 270 fino ai 370 cm circa (a seconda che sia a 2 o più posti). Sono generalmente dotate di motori di piccola cilindrata, hanno un costo relativamente contenuto (ma di questo parleremo successivamente). Appartengono a questo segmento auto come Smart fortwo e Fiat 500.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segmento B

Aumentando le dimensioni esterne si passa alle Segmento B. Queste auto sono anche dette Utilitarie e hanno il pregio di essere guidabili in modo ottimale in città ma con più spazio interno e caratteristiche (ovviamente approfondiremo il tutto nelle prossime lezioni) superiori che permettono alle utilitarie di essere sfruttabili anche fuori dai centri abitati. Sono comunque progettate per brevi spostamenti e la lunghezza di queste si aggira intorno ai 4 metri e per questo i motori possono anche essere più grandi di quelli delle Citycar. Appartengono a questo segmento auto come Fiat Punto e Ford Fiesta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segmento C

Crescendo ancora si arriva alle Segmento C. Sono la tipologia di auto più diffusa nel mondo per il loro grande equilibrio generale. Sono anche dette Berline Medie (o compatte) e sono progettate per essere usate in situazioni differenti. Hanno infatti abbastanza spazio interno e caratteristiche più avanzate che permettono sia i lunghi che i piccoli spostamenti. I loro 430-450 cm di lunghezza non penalizzano troppo l’uso in città. Ovviamente le dimensioni più generose permettono l’alloggiamento di motori più grandi e con prestazioni superiori. Appartengono a questo segmento auto come VW Golf e Alfa Romeo Giulietta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segmento D

La lunghezza di queste auto va dai 460 fino a circa 500 cm. Sono anche dette berline Medio-Grandi e hanno caratteristiche e dimensione dei motori fortemente variabili ma sempre in grado di garantire viaggi più lunghi. C’è qualche difficoltà in città a causa delle dimensioni non più trascurabili. Appartengono a questo segmento auto come VW Passat e BMW Serie 3.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segmento E

Si arriva ora ad uno dei segmenti più alti che si differenzia notevolmente non solo per dimensioni ma anche per prezzo e dotazioni. Anche in questo caso si ha una tipologia di auto progettata per i lunghi spostamenti e con difficoltà in città a causa della lunghezza intorno ai 5 metri. Sono anche dette Berline di grandi dimensioni e il loro prezzo cresce in modo proporzionale alle caratteristiche che offrono. Appartengono a questo segmento auto come Audi A6 e Mercedes Classe E.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segmento F

Al vertice della piramide troviamo il Segmento F che rappresenta non solo l’apice per quanto riguarda le dimensioni (fino a 530 cm) ma anche per dotazioni e caratteristiche. Sono anche dette Lussuose Berline di grandi dimensioni (luxury cars) e proprio per questo sono lunghe, confortevoli e molto costose. Impacciate in città ma grandi incrociatori in autostrada, permettono di fare lunghi viaggi in maniera estremamente accogliente e senza nessun tipo di problema. Appartengono a questo segmento auto come Mercedes Classe S e BMW Serie 7.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Abbiamo ora spiegato in modo semplice quelli che sono i Segmenti delle auto ma occorre fare ulteriori precisazioni per categorizzare totalmente il panorama degli autoveicoli.

Incroceremo i dati che sono stati esposti nell’analisi dei segmenti con quelli della Tipologia di Carrozzeria (che condiziona anche altri fattori che vedremo in seguito). Dobbiamo inoltre introdurre il termine “volume”. I “volumi” in un’auto sono le “zone” facilmente distinguibili nella sua carrozzeria. Niente di difficile, per capire meglio proponiamo un esempio basilare. Un’Alfa Romeo 159 è “scomponibile” visivamente in tre zone: il cofano anteriore, l’abitacolo e il baule posteriore. In totale avrà quindi 3 volumi a differenza di una Fiat Punto che è “scomponibile” (sempre visivamente) solo in cofano e abitacolo dato che è una 2 volumi.

Generalmente si può dire che un’auto appartiene ad uno dei segmenti precedentemente illustrati ma ha anche una Tipologia di Carrozzeria tra quelle di seguito elencate.

Berlina 2 Volumi

Due_volumi

Berlina 2 Volumi

Come già spiegato precedentemente queste auto hanno 2 differenti volumi: il cofano anteriore e il corpo centrale dell’auto e cioè l’abitacolo. Viste di profilo presentano 1 o 2 porte che sommate a quelle/a dell’altro lato e al portelle posteriore diventeranno 3 o 5 porte. E’ una configurazione tipica delle vetture Segmento A,B e C. Un esempio potrebbe essere VW Golf o Fiat 500.

 

Berlina 2 Volumi e mezzo

Molto particolari le berline con “2 volumi e mezzo”. In questo caso la “coda” tipica delle 3 volumi è “tagliata”. Si comprende facilmente tale situazione pensando a Fiat Brava o a Ford Mondeo 5 Porte. La caratteristica fondamentale che le distingue dalle 3 volumi è il fatto che il portellone posteriore comprende il lunotto. Possono essere a 3 o 5 porte e appartenere a diversi segmenti.

Berlina 3 Volumi

Berlina

Berlina 3 Volumi

Come già spiegato sopra in questo caso si hanno 3 volumi e il portellone posteriore non comprende il lunotto. Si dice che queste vetture sono a 2 o a 4 porte proprio perché il portellone del bagagliaio non viene “contato”. Vetture di questo tipo possono appartenere a diversi segmenti come al C, D, E, F e addirittura B in alcuni mercati. Alcune vetture a 3 volumi sono Alfa Romeo Giulia e Mercedes Classe C.

Familiare o Station Wagon

Familiare o Station Wagon

Familiare o Station Wagon

Immaginate di rendere il volume della “coda” di una 3 volumi più grande e con il portellone comprendente il lunotto e avrete una Station Wagon (infatti sono quasi sempre derivate da una 3 volumi o da una 2 volumi con in più questa sezione al posteriore). Sono spaziose e generalmente a 5 porte. Vetture di questo tipo appartengono ai Segmenti B (in alcuni casi), C, D ed E. Esempi possono essere BMW Serie 3 Touring o Ford Mondeo SW.

Monovolume e Monovolume Grande

Monovolume

Monovolume

Il nome deriva dal fatto che la carrozzeria è formata da un solo volume dato che il cofano del motore è molto inclinato. Sono vetture progettate per lo spazio e la praticità e possono appartenere a diversi segmenti (B, C e D). Hanno normalmente 5 porte come ad esempio Opel Zafira o Ford B-Max.

 

 

 

Coupé

Coupé

Coupé

Le Coupé sono caratterizzate da una linea sportiva e filante, concepite per due persone ma molte presentano anche altri due posti “di fortuna”. Rigorosamente 2 porte e con un segmento spesso poco definibile dato che rappresentano una categoria tutta speciale. Spesso auto come BMW Serie 4 sono inserite in questa categoria per questioni commerciali (quando come abbiamo visto dovrebbe appartenere alle berline 3 volumi segmento D) ma il senso più stretto di Coupé lo possiamo ritrovare in auto come Alfa Romeo Brera.

Decappottabile

DecappottabileDerivata da una 3 o 2 volumi ma con il tetto (in tela o rigido) che può essere ripiegato all’occorrenza. Generalmente a 2 porte e appartenente a qualunque tipologia di Segmento come dimostra la grande varietà di vetture di questo genere (ad esempio Fiat 500C e BMW Serie 4 Cabrio)

 

Spyder

Anche la Spyder ha il tetto ripiegabile ma si differenzia dalla Decappottabile per le stesse ragioni per cui la Coupé si discosta dalle altre tipologie di vetture. Solitamente ha un carattere sportivo e ha necessariamente 2 porte e 2 posti. Mazda Mx-5 e BMW Z4 sono auto appartenenti a questa categoria.

Concludiamo il discorso ricordando che per questioni commerciali molte volte queste “regole” sono infrante come nel caso della Mercedes CLS che si presenta come una Coupé quando in teoria sarebbe una berlina 3 volumi. Con il tempo inizierete a distinguerle immediatamente e ricordiamo che gli stessi SUV fanno parte di queste categorie di auto…basta saperli distinguere! Alla prossima lezione…




Cresciuto assieme alle automobili con le quali ha stabilito un legame del tipo "Linus-coperta", da piccolo si addormentava con riviste d'auto fra le braccia. Ora ha grandi capacità e conoscenze, tutte al servizio degli articoli di AIE.

6 commenti

Rispondi